I rioni dell’arte


dal 2008 ad oggi

I RIONI DELL’ARTE

“I rioni dell’arte“ è un progetto di Aporema O.N.L.U.S. realizzato con il contributo della “Fondazione Banco di Napoli per l’Assistenza all’infanzia” e con la collaborazione della “Fondazione Donnaregina – Museo madre di Napoli”.

I Rioni dell’Arte ha come mission far dialogare tra loro il tessuto urbano, la scuola pubblica, i giovani e le arti. L’azione del progetto si sviluppa attraverso le istituzioni scolastiche insistenti su quartieri napoletani (da San Pietro a Patierno al Centro storico, da Posillipo-Casale alla Sanità, sino a Ponticelli), “adottate” da artisti visivi, scrittori e musicisti. Da qui I Rioni dell’Arte.

I soggetti principali dell’azione, gli alunni, incontrano, così, il “pensiero progettuale creativo”, finalizzato all’acquisizione di una diversa sensibilità nei confronti del bene comune.

I ragazzi sono avviati allo studio dei linguaggi della comunicazione nel corso di laboratori di ricerca condotti da esperti di Aporema O.N.L.U.S., la cui finalità è di costituire un’opera che dialogherà col territorio che la ospita.

Aporema O.N.L.U.S. in tal modo trasforma le scuole in officine e luoghi di dibattito e d’incontro per tutti gli studenti, ma anche per le loro famiglie e per tutti i soggetti interessati a contribuire al buon raggiungimento degli obiettivi, non escluse associazioni, comitati civici, singoli individui presenti sui rispettivi territori.

Così come nel progetto “Artoteca” (di seguito riportato), il percorso porta alla produzione di opere ibride, realizzate collettivamente da artisti e ragazzi.

Attualmente è alla quarta edizione.

Nell’edizione 2008 2009 al progetto “I Rioni dell’Arte” hanno aderito, a titolo completamente gratuito, gli artisti visivi: Betty Bee, Antonio Biasiucci, Bianco-Valente, Perino e Vele, Patrizio Esposito, Raffaela Mariniello, Peppe Perone, Ernesto Tatafiore, Oreste Zevola, Marisa Albanese; gli scrittori: Franco Arminio, Maurizio Braucci, Silvio Perrella; i musicisti: Maria Pia De Vito, Gennaro T. (percussionista degli Almamegretta). Essi hanno adottato gli alunni delle scuole 19* Circolo Didattico, IC Della Valle, S.M. di Costantinopoli e sms Guarino, tutte di Napoli.

Nell’edizione 2010 hanno aderito, a titolo completamente gratuito, gli artisti visivi: Riccardo Dalisi, Patrizio Esposito e Rosaria Iazzetta; gli scrittori: Antonella Cilento, Rossella Milone e Elisabetta Montaldo; i musicisti: Francesco D’Errico, Giovanni Imparato e Marco Sannini. Si è continuata l’attività sulle scuole dell’anno precedente.

Inoltre durante il progetto è stata messa sono state messe in atto azioni, denominate “Libellule” con giovani artisti, con l’obiettivo di coinvolgere gli alunni delle scuole ed il loro territorio di riferimento.

Gli artisti in questione sono stati: Daniela Politelli, Afterall, Girolamo Santulli, Domenico Antonio Mancini, Mimmo Martorelli.

Nell’edizione 2011 il progetto si è esteso anche alle scuole di Ponticelli ed a Monterusciello (Pozzuoli).

Hanno aderito, a titolo completamente gratuito, gli artisti visivi: Ciro Vitale, Mary Cinque, Domenico Mennillo, il Collettivo Username, Maram; la scrittrice: Patrizia Rinaldi ed il poeta Davide Racca; i musicisti: Francesco D’Errico, Antonio Talamo e Marco Sannini.

Nell’edizione 2012 il progetto ha visto la partecipazione di artisti che hanno condotto personalmente i propri laboratori, coinvolgendo gli alunni in un percorso “partecipato.

Gli artisti visivi sono stati Afterall, Jessiva Freuntch, Maram, Domenico Mennillo, Daniela Politelli; alle scuole precedentemente coinvolte si è aggiunto il Terzo Circolo Didattico di Napoli.

Nell’edizione 2013 le attività si sono tenute presso tutti gli ordini di scuole dell’IC Casanova Costantinopoli di Napoli, sul tema “Un legittimo pensiero” con le artiste Daniela Politelli, Rosaria Iazzetta e Maram.