Prossemica e forme invisibili del museo

Prossemica e forme invisibili del museo


Museo Pignatelli

13 Aprile 2019 ore 9,00 / 13,00 “Fare scuola, oltre la scuola!” Terza annualità

Prossemica e forme invisibili del museo

Promosso da

2° Circolo Didattico “Giancarlo Siani” – Mugnano di Napoli

a cura di

Aporema onlus

in collaborazione con

Polo museale della Campania-Museo Pignatelli, Servizio Educativo

Sabato 13 aprile 2019, dalle ore 9.00, al Museo Pignatelli, si terrà l’incontro “Fare scuola, oltre la scuola! – terza annualità. Prossemica e forme invisibili del museo”, con riferimento al Protocollo d’intesa tra il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca e il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. L’incontro nasce dalla volontà di dare visibilità alle metodologie didattiche messe in atto presso il 2° Circolo Didattico “G. Siani” di Mugnano, grazie al progetto della Regione Campania “Scuola Viva” edizione 2018/2019.

Scuola Viva è il programma triennale, finanziato mediante risorse del Fondo Sociale Europeo, con cui la Regione Campania realizza, anche nell’anno scolastico 2018-2019, una serie di interventi volti a potenziare l’offerta formativa del sistema scolastico regionale, con l’obiettivo di innalzare il livello della qualità della scuola campana e rafforzare la relazione tra scuola, territorio, imprese e cittadini.

Nello specifico verranno approfondite le tematiche dell’arte come motore del cambiamento che il 2° Circolo Didattico “Giancarlo Siani” di Mugnano di Napoli sta svolgendo insieme all’Associazione Aporemaonlus.

Aporemaonlus è una struttura no profit che ha come obiettivo istituzionale quello di favorire la diffusione dei linguaggi artistici, anche attraverso nuove forme didattiche. Non si tratta di educazione all’arte, nel senso di studio delle tecniche o delle espressioni artistiche nel tempo. Nel percorso messo in atto da Aporemaonlus, i protagonisti di tale mondo, ovvero gli artisti visivi, i designer, gli architetti, i pubblicitari e altre professionalità, rimossi dal proprio terreno di coltura, “contaminano” i non addetti ai lavori in incontri e laboratori, presentandosi come professionisti di un mondo percepito come lontano, spesso subito in modo passivo. Il seminario assumerà la forma di un’esperienza che si realizzerà nel “fare” e che vedrà il pubblico protagonista e partecipe.

Genitori, alunni e visitatori saranno guidati dal personale del Servizio Educativo del Museo Pignatelli nei luoghi di interesse del Museo. Divisi in due gruppi di lavoro vivranno la propria “esperienza” con due artisti e un curatore che collaborano e condividono le metodologie didattiche innovative di Aporemaonlus. Realizzeranno, infatti, attraverso brevi workshop alcune interventi di arti performative “ibride”. L’opera ibrida, frutto della collaborazione tra artisti e studenti è, infatti, il cuore del progetto che Aporemaonlus sin dal 1998, propone e attua presso scuole di ogni ordine e grado, per lo sviluppo di metodologie didattiche innovative. Nella seconda parte della mattinata sarà restituito, attraverso una serie di performance “dal vivo” degli studenti, quanto realizzato dai partecipanti durante l’esperienza svolta.

Introduce: Denise Maria Pagano – Direttore del Museo Pignatelli.

Interventi: Rosanna Naclerio, Referente del Servizio educativo del Museo Pignatelli con Alessandra Topo e Raffaele Gagliardi; Maria Micelisopo, Dirigente Scolastico del 2° C.D. “Giancarlo Siani” – Mugnano di Napoli; Marco Izzolino, Storico dell’arte e Coordinatore didattico dell’evento; Giuseppe Fiorito, Presidente di Aporemaonlus.

Workshop degli artisti con alunni e visitatori: laboratorio di soundscape a cura di Matteo Vinti e laboratorio di invisibile dance a cura di Sara Lupoli.