aporema onlus arte didattica beni culturali

PON Scuola FSE – Patrimonio culturale in rete

Fondi Strutturali Europei – Programma Operativo Nazionale “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020 Asse I – Istruzione – Fondo Sociale Europeo (FSE)

Obiettivo Specifico 10.2 – Azione 10.2.5 B

Potenziamento dell’educazione al patrimonio culturale, artistico, paesaggistico

Progetto in rete

Titolo: Patrimonio culturale: eredità e futuro!

Il progetto persegue finalità ben precise: educare studentesse e studenti alla tutela del patrimonio artistico; avvicinarli al mondo dei linguaggi dell’arte; utilizzare tale strumento educativo per renderli partecipi, in qualità di cittadini, alla vita culturale del Paese. Le attività didattiche (leggi moduli) progettate per raggiungere tali finalità, si configurano, a loro volta, come potenti strumenti per il miglioramento dell’offerta educativa e, nell’ambito della scuola dell’obbligo, per la lotta alla dispersione scolastica attraverso la creazione di nuove forme di didattica e di attrazione alla vita nella scuola. Il tema che si affronta, il Patrimonio artistico, è particolarmente stimolante per la rete di scuole che si è costituita per realizzare il presente progetto. Infatti le scuole che costituiscono la rete sono accomunate da una specifica, pregressa, attenzione rivolta, negli anni, all’utilizzo dei linguaggi dell’arte, e della creatività in genere, quali potenti motori per la crescita dei nostri alunni. L’I.C. “Casanova /Costantinopoli”, l’I.C. “Nicolini/Di Giacomo”, l’I.C. “70 Marino/ S. Rosa”, il 2° C.D. “Siani” di Mugnano, rappresentano storici quanto specifici riferimenti sui territori che presidiano in qualità di agenzie formative.

La rete è così costituita:

  1. I.C. “Casanova /Costantinopoli”
  2. I.C. “Nicolini/Di Giacomo”
  3. I.C. “70 Marino/ S. Rosa”
  4. 2° C.D. “G. Siani” di Mugnano
  5. Comune di Mugnano di Napoli
  6. Museo Pignatelli/Polo Museale della Campania
  7. Associazione Aporema O.N.L.U.S.

Il progetto si sviluppa intorno ad un bene di riferimento individuato, appunto, nel Museo Pignatelli; preziosissimo tesoro della cultura e della storia cittadina, ancora da troppi non sufficientemente apprezzato. L’azione progettuale intende “utilizzare” il Museo quale location e strumento didattico e, nel contempo, offrire allo stesso un’opportunità di maggiore visibilità nei confronti di fasce sociali e della stessa scuola pubblica che, spesso, ne ignorano le enormi potenzialità.

Il Museo Pignatelli, quindi, al centro dell’azione progettuale

Nelle quattro scuole in rete si attiveranno moduli gemelli finalizzati ad azioni destinate a:

  • Avvicinamento ai linguaggi dell’arte, finalizzato alla produzione artistica e culturale;

Modulo “Un artista a scuola: un’opera per il museo”:

(Area tematica: Produzione artistica e culturale)

Laboratorio finalizzato alla realizzazione di un’opera ibrida con la presenza di un artista in classe.

  • Sviluppo di competenze creative, anche digitali, per la realizzazione di materiale informativo sul Museo;

Modulo “Comunicare… ad arte”:

(Area tematica: Adozione di parti di patrimonio)

Laboratorio di grafica tradizionale e digitale.

  • Sviluppo di competenze creative per la realizzazione di materiale filmico sul Museo Pignatelli;

Modulo “Un Video per il museo”

(Area Tematica: Accesso, esplorazione e conoscenza anche digitale del patrimonio)

Laboratorio di video editing finalizzato alla realizzazione di una clip divulgativa dedicata.

  • Costruzione di competenze di curatela e redistribuzione della conoscenza del patrimonio artistico-culturale del Museo Pignatelli;

Modulo “Scoprire, illustrare e raccontare”:

(Area tematica: Sviluppo di contenuti curricolari digitali con riferimento al patrimonio culturale)

Laboratorio di analisi di un bene finalizzata alla realizzazione di una pubblicazione dedicata.

  • Sviluppo di competenze nella comunicazione del patrimonio in lingua straniera;

Modulo “The artistic heritage”:

(Area tematica: Conoscenza e comunicazione del patrimonio locale, anche attraverso percorsi in lingua straniera)

Laboratorio linguistico per la narrazione e la comunicazione del bene.

Si sottolinea la volontà di rendere interdisciplinari e complementari le attività modulari, sia all’interno delle singole scuole, sia in dimensione di rete per una collaborazione anche in itinere tra i diversi partner della rete stessa. Al termine del progetto, infatti, le attività svolte consentiranno l’allestimento di più eventi all’interno del museo (mostra di opere ibride realizzate tra alunni ed artisti; presentazione delle clip video realizzate; presentazione della pubblicazione dedicata al Museo; mostra del materiale divulgativo; allestimento di un servizio guide in lingua inglese), eventi che potranno scaturire solo dalla reale interazione tra gli attori coinvolti nelle attività progettuali.