aporema onlus arte didattica beni culturali

SCUOLA DI COMUNITA’

Capofila ATS Fondazione Valenzi onlus Progetto Bell’ Buon’ e Giusto

L’intervento è finalizzato a diffondere la cultura della legalità e contrastare la dispersione scolastica e mira a potenziare la motivazione all’apprendimento sociale e culturale dei giovani, in particolare di quelli appartenenti a nuclei familiari in condizioni di svantaggio.

Il progetto ha una durata di 24 mesi ed è declinato in tre azioni:

  1. Educazione alla legalità e supporto scolastico
  2. Sostegno alla genitorialità
  3. Animazione territoriale.

I destinatari dell’iniziativa sono gli allievi della scuola primaria e secondaria di primo grado, le loro famiglie e il territorio di appartenenza.

Nell’ambito dell’educazione alla legalità e al supporto scolastico il progetto si articola in attività laboratoriali:

  • Un laboratorio trasversale è incentrato sui temi della legalità e della cittadinanza attiva;
  • Due laboratori di arti performative consentono ai ragazzi di esprimere liberamente, attraverso la musica e la rappresentazione, i concetti appresi nel corso del laboratorio tematico.

I tre laboratori sono studiati per rafforzare la consapevolezza e l’acquisizione del significato di legalità e acquisire una maggiore fiducia in se stessi e nelle proprie capacità di cittadini attivi. I laboratori sono condotti utilizzando strumenti e metodologie innovative grazie ad un know-how di esperienza pluriennale del partenariato.

Nello specifico:

  • Il laboratorio “pittura e colore” vuole stimolare la capacità espressiva degli allievi per dare forma alle emozioni e al vissuto esperienziale attraverso l’uso di nuovi linguaggi, la cui fusione con quelli pregressi e codificati, va ad interferire e rinvigorire i processi di sviluppo e di formazione degli alunni, ma anche l’evoluzione formativa degli artisti, quella dei docenti, le capacità gestionali del personale della scuola, e ancora, per riflesso, dei familiari e conoscenti che vengono raggiunti dal messaggio, il tutto secondo un processo che, nel mondo economico, si definisce “a cascata”. Tutti i laboratori sono svolti da operatori con esperienze artistiche e didattiche, coadiuvati da personale della scuola in funzione di tutor.

I laboratori sono finalizzati alla progettazione del riutilizzo di un bene confiscato (già affidato ad uno degli enti del partenariato) per attività sociali rivolte alla comunità, come manifestazione della possibilità concreta di riappropriazione del territorio.

I laboratori sono affiancati da incontri che coinvolgono anche le famiglie degli alunni, sia presso le sedi del partenariato che presso beni confiscati, al fine di sviluppare comportamenti responsabili ispirati al rispetto dei principi di legalità e cittadinanza attiva, A questo fine verrà infatti stilato un decalogo di regole condivise tra genitori, studenti e insegnanti sulle modalità di interazione reciproca: il “Patto di Corresponsabilità”.

Il progetto prevede inoltre attività di informazione, comunicazione e sensibilizzazione rivolte ai soggetti del territorio per prevenire fenomeni di criminalità, rafforzare il senso civico e promuovere la cultura della legalità. A tal fine gli output dei laboratori e degli incontri con le famiglie saranno presentati alla comunità nel corso di eventi pubblici.

Le sedi sono:

Istituto Scolastico Giardino D’Infanzia di Casapesenna

IC Casanova Costantinopoli di Napoli

I.C. 64° Rodari-Moscati di Napoli

Scuola Paritaria San Giuseppe di Napoli